Un contributo del nostro socio dott. Angelo Schiavone, responsabile del gruppo di lavoro sulla storia della medicina.
Diventa anche tu socio di Unione Medica. Associati ora!

L’odierna pandemia, con le sue ripercussioni sull’economia mondiale e i rapporti geopolitici tra le nazioni, ci induce a riflettere sull’importanza del ruolo delle malattie nella storia politica delle comunità umane. 

la storia dei popoli è sempre stata considerata come un dipanarsi di avvenimenti quasi esclusivamente scanditi da conquiste territoriali, politiche, sociali e da innovazioni tecnologiche e scientifiche. 

Poco spazio nei libri di testo è stato dato al ruolo delle malattie. In realtà la storia dell’umanità è stata sin dagli esordi condizionata dalla continua comparsa di nuove patologie; ad esempio una delle cause del collasso dell’Impero Romano fu proprio il dilagare di ondate epidemiche, così come la fine del medioevo coincise con l’arrivo della Peste Nera del 1348.

Lo studio della storia della medicina è quindi fondamentale per comprendere le dinamiche dei rapporti sociali e dello sviluppo delle società.

In questo gruppo di ricerca pubblicheremo articoli originali sulla storia della medicina in Puglia, per attivare successivamente collaborazioni con altre regioni. 

Siamo già in contatto con il Museo delle Arti Sanitarie e la Farmacia Storica degli incurabili di Napoli diretti dal prof. Gennaro Rispoli, autore di numerose pubblicazioni storico-scientifiche-artistiche (“L’ ospedale del reame. Gli incurabili di Napoli”, 2 voll.; edizioni Il Torchio della Regina. “La Collina Sacra. Passeggiate sull’acropoli di Neapolis: l’altura di Caponapoli tra mito e storia, magia e religione, alchimia e scienza medica” Editore: Il Faro d’Ippocrate). 

Il Prof. Rispoli è interessato a ricostruire la rete degli ospedali storici del meridione. Chiediamo pertanto a chi voglia collaborare, notizie inedite sulla nascita dei singoli ospedali della Puglia e sui loro più noti operatori sanitari. 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *